Close

3 Maggio 2020

In Piemonte un bonus da € 2000. Grazie ad AGRAP anche i rifugi tra i beneficiari.

Tutti i rifugi piemontesi saranno sostenuti dalla Regione,

AGRAP ha svolto un prezioso lavoro di dialogo e rappresentanza in favore della categoria

In queste settimane di pandemia dove non si distinguono più i giorni della settimana, dove c’è un continuo confronto con gli enti, tutti si sono impegnati ed oggi i primi frutti sono stati resi noti nella conferenza stampa della Regione Piemonte.

Intorno al tavolo capeggiato dal governatore della Regione Piemonte Alberto Cirio ed il vicepresidente Fabio Carosso c’erano oltre all’assessore regionali al commercio, turismo e cultura Vittoria Poggio ed all’assessore regionale allo sviluppo delle attività produttive e delle piccole e medie imprese Andrea Tronzano, CasArtigiani, Confcommercio, CNA, Confartigianato e Confesercenti.

Nel corso della conferenza stampa (possibilità di vederla integralmente) è stata illustrata la misura che prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto per circa 88 milioni di euro alle categorie commerciali e artigianali maggiormente penalizzate dalla sospensione delle proprie attività, causa  le misure di contenimento introdotte per contrastare il Covid-19.  La misura, totalmente garantita da risorse regionali e finanziata da un anticipo di cassa di Finpiemonte, è parte fondamentale del disegno di legge della Regione, “Riparti!Piemonte”, che sarà approvato lunedì prossimo.

I tempi vogliono essere brevi e la burocrazia ridotta al minimo: le aziende interessate dovrebbero ricevere una mail pec dalla Regione che annuncia il bonus, a cui basterà rispondere che si intende riaprire la propria attività, comunicando il proprio Iban.

AGRAP, pur non essendo menzionata e presente al tavolo, è riuscita a far rientrare tra le 37 mila attività oggetto della misura anche i rifugi, come esplicitamente dichiarato in extremis alla domanda specifica del cronista dell’Eco del Chisone. Infatti, grazie alla collaborazione ed al dialogo con il vicepresidente Fabio Carosso, con delega all’Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali, tutti i rifugi del Piemonte, alpini ed escursionistici, potranno fruire di un contributo di 2000 euro.

Sempre la Regione si è data disponibile a definire una deroga alla L.R. n. 5 del 22 febbraio 2019 “Disciplina dei complessi ricettivi all’aperto e del turismo itinerante”, rendendo così possibile, esclusivamente in una zona individuata e limitrofa al rifugio, il posizionamento di tende, sia per il pernottamento, per sopperire alle perdita di posti letto per il distanziamento, sia per eventuali coperture per la somministrazione in esterno di pasti, garantendo così anche un riparo in caso di maltempo.

Si continua a lavorare e a confrontarsi per una riapertura responsabile ed in sicurezza dei rifugi …

Torino 02.05.2020
Il Direttivo AGRAP

Per scaricare il comunicato in PDF, clicca qui: Bonus Euro 2000 per i rifugi del Piemonte – Comunicato AGRAP